Speciale International Jazz Day 2017

Speciale International Jazz Day 2017

Speciale International Jazz Day 2017 è un appuntamento straordinario che vogliamo dedicare alla ricorrenza del Jazz Day che si celebra ogni anno il 30 Aprile.

PREMESSA 

Prima di entrare nel vivo dell’argomento, vogliamo premettere che vi saremo grati se condividerete il più possibile questo articolo del blog. A prescindere da quello che pensate di noi o del jazz, questo è un evento da far conoscere per la sua importanza culturale e non per nostra vanagloria.

Cosa è il Jazz Day?

L’evento è promosso dal “Thelonius Monk Institute” sotto l’egida dell’U.N.E.S.C.O. e dell’O.N.U..  Ogni anno centinaia di eventi vengono organizzati in ogni paese del mondo. Sono appuntamenti di concerti live, ma anche di incontri di studio e conferenze sul jazz che tentano di dirci cos’è e quale messaggio veicola da oltre 100 anni.

Cerca gli eventi in Italia

Cosa è il Jazz?

E’ impossibile per esso stabilire un preciso luogo e una precisa data di nascita, dove abbia acquistato certe peculiarità che si è convenuto, a posteriori, di considerare tipiche del jazz. Nel tempo, questo processo è stato semplificato e schematizzato. Dopo un processo di diversi anni prende forma in una vasta zona del basso Mississipi, prevalentemente focalizzandola a New Orleans. Da quel momento si sposta nelle varie e grandi città degli States (Chicago e New York, su tutte) iniziando anche un processo evolutivo condizionato e variamente indirizzato da diversi fattori. Il jazz perde subito le sue caratteristiche folkloristiche e popolari divenendo musica d’arte e di intrattenimento. Le sue continue evoluzioni inducono, nel tempo, a negare la qualifica di jazz, da parte di alcuni, a espressioni e forme che, con la definizione da essi stessi elaborata in un dato momento storico, non si conciliavano e non si conciliano.

Per lungo tempo il jazz è stata l’espressione artistica di comunità escluse dall’establishment imperante in quel periodo. Afro-americani, ebrei provenienti, soprattutto, dall’Europa Orientale e emigranti italiani chiusi nei loro ghetti, più psicologici che fisici, esprimevano il loro desiderio di riscatto sociale e gettavano ponti di relazioni universali.

Non dobbiamo dire noi cosa è il jazz, ma possiamo dire quello che crediamo che sia. Il jazz è quella forma d’arte che crea ponti con tante entrate e uscite quante sono gli abitanti del mondo. E’ quel luogo dove le varie anime del mondo possono trovarsi in famiglia. Il luogo dove ognuno, pur avendo personalità forti e differenti, è motivato a lavorare insieme come una squadra e allo stesso tempo con lo spazio per esprimere la propria individualità. Il jazz è la forma d’arte che può essere d’esempio per le diverse culture a lavorare insieme.

Lo “Speciale” INTERNATIONAL JAZZ DAY

Noi di Jazz in Family celebriamo questo evento per la seconda volta, dopo che lo scorso anno abbiamo curato una selezione musicale di 24 ore su quella che è stata la prima radio ad ospitarci. “SPECIALE INTERNATIONAL JAZZ DAY” andrà in onda domenica 30 Aprile dalle ore 18,00 alle 20,00 – semmai mentre vi recate ad ascoltare un buon concerto live.

Le Radio

Potete ascoltarci sulle seguenti radio, alle quali vanno i nostri ringraziamenti per la loro disponibilità a trasmetterci:

Divina FMhttp://www.divinafm.it/
Radio Catanzaro Centrohttp://www.radiocatanzarocentro.it/
Radio Eco Sudwww.radioecosud.it
Radio Monte Albinowww.radiomontealbino.it
Radio Play Timewww.radioplaytime.eu
Radio Studio Duewww.radiostudiodue.it
RCB Radio per passionehttp://www.rcbradioperpassione.it/
Web Radio Stationhttp://webradiostation.it

Podcast

Se non avete la possibilità di ascoltarci in diretta vi ricordiamo del PODCAST. Potete riascoltare questo appuntamento speciale, e tutte le puntate ordinarie di Jazz in Family, quando preferite. Potete farlo collegandovi alla nostra pagina dei Podcast o direttamente sulla Home del blog. Questa puntata, sarà disponibile entro le ore 12,00 del 1°maggio, ma contiamo di farla trovare molto prima.

Il live di L’Havana – Cuba

La giornata del 30 aprile  non è lasciata solo alla capacità organizzativa di gente ed organizzazioni volenterose sul territorio locale. Ogni anno si tiene un mega-concerto in una diversa città del mondo. In questi primi tempi le città coinvolte sono state Parigi, Washington D.C., Osaka, Istanbul e quest’anno la capitale cubana: L’Avana.

Tanti grandi nomi e artisti provenienti da tutto il mondo. Per l’Italia, salvo sorprese, registriamo la presenza di Gianluca Petrella.

Se cercate ulteriori informazioni sull’evento o se volete assistere al live potete collegarvi al sito http://jazzday.com/. Qui potete vedere l’evento in webcast mondiale dal “Gran Teatro de la Habana Alicia Alfonso”.

Viviamo la vita come una grande e bella jam session di jazz!!!

 

Rispondi