Home » New Releases » Fallen Land – Saso Popovski Trio

Fallen Land – Saso Popovski Trio

Fallen Land: il jazz dei balcani ha un anima moderna


Fallen Land è il nuovo album del chitarrista macedone Saso Popovski e dei suoi due compagni di avventura artistica: Ivan Bejkov, al basso elettrico, e Viktor Filipovski, batteria e percussioni.

Saso Popovski è, attualmente, a capo del Dipartimento Jazz della Goce Delchev University di Shtip. Ha pubblicato quattro album, molte composizioni da solista e musiche per film e teatro.

SJF Records

Questo disco sarà ufficialmente pubblicato in concomitanza all’edizione 2020 dello Skopje Jazz Festival. Il festival si terrà, è il caso di dire salvo imprevisti, tra il 15 e il 18 ottobre. E’ il caso di ricordare, anche, che il SJF è uno dei più importanti Festival Jazz d’Europa. La stessa organizzazione gestisce anche una label discografica indipendente: SJF Records.

Fallen Land

Partiamo con il dire che Fallen Land è un disco, a differenza del precedente Gathering (2018), in cui Popovski trova una dimensione più centrale e che evidenzia meglio le sue capacità compositive e esecutive. Si evincono subito concetti chiari, il tema musicale è lampante e cantabile. L’interazione e lo spazio tra i giocatori è equilibrato e, pur avendo una direzione musicale puntigliosa, offre ampia possibilità di improvvisare.

I ritmi e le linee armoniche non conoscono confini: il tratto balcanico si sente subito nel brano d’apertura e titletrack del disco e, più tardi, su Choban. Quest’ultimo sembra, a momenti, far emergere una linea ritmica molto vicina alla Samba. Interessante il brano in chitarra solo: Spring is Near.

L’ultimo brano del disco è We have Met (Abbbiamo incontrato). Esso sembra essere una sorta di manifesto stilistico di Saso – un insieme di varie influenze di stili generici e di ripetizioni di qualcosa già sentito. Sinceramente, lascia un pò di amaro in bocca. Lo dico in modo costruttivo e come complimento dopo l’ascolto di tutto Fallen Land.

Per me le due perle sono On Mountain Top e, sopratutto, Elgon Sky, il brano che, ormai, gira in continuazione nel mio lettore musicale. Un brano di jazz-rock che apre la fantasia dell’ascoltatore, semmai, su uno scenario di verdi montagne quali quelle che caratterizzano il territorio macedone o quelle del Sentiero degli Appalachi.

Fallen Land del Saso Popovski Trio è un album in cui possiamo ritrovare il meglio dell’anima dei balcani. La sua cultura vuole incontrare ed esprimere un nuovo linguaggio che è una bella sintesi con il jazz e il blues dei suoi mentori preferiti: partendo da John Abercrombie a Bill Frisell e, passando da John Scofield, arrivando ai colori e al buon gusto di Ry Cooder.

Viktor Filipovski, Ivan Bejkov e Saso Popovski

Release Date

October/November 2020

  1. Fallen Land 6:23
  2. Mountain Top 5:29
  3. Kom Dipsan 4:38
  4. Elgon Sky 5:31
  1. Choban 4:16
  2. Spring Is Near 2:00
  3. We Have Met 4:43

Rispondi