ART of The Messengers - Alex Semprevivo
Home » New Releases » ART of The Messengers – Alex Semprevivo

ART of The Messengers – Alex Semprevivo

ART of The Messengers – Alex Semprevivo (GleAM Records – 2019)

Data attesa per il rilascio (Expected release date):  14 giugno 2019

Data rilascio in streaming (Release date on streaming): 14 giugno 2019

ART of The Messengers è il primo album del batterista Alex Semprevivo, realizzato a nome proprio per la emergente etichetta discografica della GleAM Records.

Come si può facilmente intuire il disco è un omaggio allo stile di Art Blakey ed i suoi The Messengers. I brani proposti, però, appartengono a diversi autori noti: JJ Johnson, Wayne Shorter, Walter Davis Jr., solo per citarne qualcuno. 

Semprevivo trascina la formazione con uno stile che, seppur rifacendosi al più noto predecessore, caratterizza con i suoi modi altamente energici. Egli sfrutta appieno la collaborazione con il pianista e produttore Angelo Mastronardi, iniziata con il secondo album “New Things, Same Words” del 2017. Mastronardi è anche l’arrangiatore con il quale Alessandro condivide la visione armonica e strutturale del lavoro.

Il disco è aperto da “No Problem” con uno spregiudicato assolo di batteria e, più tardi da un interessante improvvisazione di tromba. “Calling Miss Khadija” e il remix di “No Problem” contengono la presenza di un Mini Moog suonato come uno strumento originale. Poi saltiamo a “So Tired”, impreziosito da un solo di flauto imperniato su effetti e timbri che rendono la composizione un soul-jazz. Gli altri brani si caratterizzano chi come dei fast swing chi come degli up swing, chi come dei blues e chi per accenni di orchestrazione. 

Insomma, 8 brani dall’alto contenuto energetico per un estate che si preannuncia molto calda. Da non sottovalutare la versione remix di “No Problem” per portare il jazz là dove manca da tanto tempo: le sale da ballo, le discoteche.   

Questa la formazione al gran completo:

Alex Semprevivo – batteria
Giovanni Chirico – sax tenore
Andrea Perrone – tromba
Gaetano Carrozzo – trombone
Angelo Mastronardi – piano
Paolo Romano – basso acustico ed elettrico
Giorgia Santoro – flauto su So Tired
Fabrizio Martina, in arte Jolly Mare (minimoog model d su Kalling Miss Khadija)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *