All The Things You Are - dove tutto iniziò

All the things you are (J. Kern & O. Hammerstein II – 1939)

Gli standard del jazz: All the things you are

Musica di Jerome Kern – Testi di Oscar Hammerstein II

La Storia e le curiosità

Era il 17 novembre del 1939 quando veniva presentata, per la prima volta, All The Things you are al pubblico che assisteva alla prima del musical Very Warm for May, all’ Alvin Theatre di Broadway. Uno spettacolo che si concludeva dopo solo 59 repliche a causa delle cattive recensioni. Eppure, da questo fallimento viene fuori quella che è considerata la migliore composizione di Kern.

alvin-theatre
Dove tutto iniziò: The Alvin Theatre – Broadway, New York

La canzone ha un cuore caldo e romantico, una combinazione di testi armoniosi e lussureggianti su una musica molto intricata. Il successo della canzone era sorprendente.  Kern l’aveva scritta per soddisfare il proprio desiderio creativo e sentiva che era di gran lunga troppo complesso per attirare la gente; inoltre, i testi di Hammerstein erano modesti e sentimentali, quando il lavoro di altri parolieri, al top in quel periodo, era più intelligente, brillante, e spiritoso.

Ma a quanto pare il pubblico non si fece influenzare dalla complessità o dal sentimentalismo, come dimostra la sua comparsa nelle classifiche pop per 13 settimane (a partire dal 1939) con la Band di Tommy Dorsey, raggiungendo la posizione numero uno. Nel 1940 con Artie Shaw e la sua orchestra (Helen Forrest, voce), arriva alla posizione numero otto, e con Frankie Masters e la sua orchestra (Harlan Rogers, voce), alla numero quattordici.

Della commedia musicale viene prodotto, nel 1943, un film dalla casa cinematografica MGM ed intitolato Broadway Ritmo, ma anch’esso diventa un flop colossale al punto che i critici lo definirono “un sontuoso pezzo di niente”.

Le versioni classiche

Furono molte le incisioni di All the Things you are, subito dopo la sua pubblicazione,  e la sua progressione di accordi divenne essenziale per il movimento bebop, quindi non è sorprendente trovare registrazioni della melodia proveniente dai giganti del bop. Una delle versioni classiche più note è quella del famoso concerto al Massey Hall del 1953 ( Jazz al Massey Hall )  con Charlie Parker , Dizzy Gillespie , Bud Powell , Charles Mingus e Max Roach. Nel frattempo, un’altra versione classica è quella di Thelonious Monk in collaborazione con Milt Jackson e il bop vocalist Kenny “Pancho” Hagood.

massey-hall-band

Ascolto & Lettura

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: