Kaleidoscope il nuovo album per Fatma Said

Kaleidoscope il nuovo album per Fatma Said

È uscito venerdì 2 settembre, con Warner Classics, il secondo album del soprano egiziano Fatma Said: Kaleidoscope. Fatma Said: rivelazione acclamata dalla critica come una delle giovani cantanti più promettenti del mondo.

Kaleidoscope

Il disco è un caleidoscopico viaggio attraverso culture e tradizioni musicali di paesi diversi e lontani fra loro, accomunati dal grande amore di Fatma per la danza. Definita un soprano crossculturale per la sua inclinazione a spaziare tra i generi, oltre la lirica Fatma si muove agilmente tra pop, tango argentino, musica tradizionale araba, fino alla canzone italiana: tra i brani di “Kaleidoscope” anche una speciale interpretazione di “Senza Fine”, la celebre canzone di Gino Paoli che Fatma ha incontrato proprio durante la lavorazione del disco. Molto particolare e raffinata anche la sua versione della hit “I Wanna Dance with Somebody” scritta da George Robert Merrill & Shannon Rubicam, storicamente portata al successo da Whitney Houston.

Kaleidoscope il nuovo album per Fatma Said

Il nuovo album “Kaleidoscope” rappresenta in pieno la personalità artistica, fuori dal coro, di Fatma Said. Il suo è un viaggio eclettico attraverso culture e tradizioni musicali di Paesi diversi fra loro. Canta in francese, tedesco, inglese, spagnolo, arabo e italiano. Nei brani del disco, oltre a “Senza Fine” e “I Wanna Dance with Somebody”, troviamo perle di Astor Piazzolla, Kurt Weill, Irving Berlin, Carlos Gardel, Serge Gainsbourg, Jules Massenet, André Messager, Johann Strauss II, Franz Lehár, Jacques Offenbach e Charles Gounod. Senza dimenticare un brano da “My Fair Lady” di Frederick Loewe.

Punto di unione in “Kaleidoscope” è il grande amore per il ballo, mezzo espressivo fondamentale per Fatma, che pratica fin da bambina nei diversi stili.

“Per me è difficile immaginare la musica senza la danza, o la danza senza la musica…Durante la ricerca del potenziale repertorio per questo album mi sono sentita attratta proprio da canzoni con differenti ritmi di danza, provenienti da generi e culture diverse. Una delle sfide è stata quella di personificare i diversi protagonisti dei brani nei loro vari contesti, dando loro la diversità di voci e di stili musicali di cui hanno bisogno: molteplici colori vocali, timbri linguistici, inflessioni di danza.”

Fatma Said

Due videoclip

L’uscita del disco è stato preceduto dal singolo “Yo Soy Maria”, accompagnato da un videoclip  in cui Fatma balla il tango. Il brano è stato composto da Astor Piazzolla per la sua opera “María de Buenos Aires” (1968). Ambientato nella malavita di Buenos Aires, esso è incentrato sulle esperienze della prostituta Maria. Nella sua versione, Fatma trasporta meravigliosamente la ricerca di libertà che risiede in questo personaggio eccitante, pieno di orgoglio e dignità. L’arrangiamento, per quintetto di tango classico, sottolinea la grande energia della canzone.


In questo video girato durante le fasi di registrazione di “Kaleidoscope” è la stessa Fatma a raccontare la genesi del disco e le fasi di incisione con orchestra, ensemble e ospiti. Nel disco, ad accompagnare la sua splendida voce, troviamo l’Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo diretta da Sascha Goetzel, la trombettista Lucienne Renaudin Vary (in “Cheek to Cheek” di Irving Berlin), il mezzosoprano Marianne Crebassa e l’ensemble di tango Quinteto Ángel.

Fatma Said

Cresciuta al Cairo, Fatma Said si è innamorata della lirica scegliendo una strada musicale controcorrente. Fatma si è formata prima alla Hanns Eisler School of Music di Berlino. Successivamente all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e diventando il primo soprano egiziano a esibirsi sul palcoscenico scaligero. Ha vinto diversi premi come il Veronica Dunne International Singing Competition (Dublino, 2016), il 2° premio al 16° International Robert Schumann Lied Competition (Zwickau, 2012), il Gran Premio al Concorso Lirico Internazionale Giulio Perotti (Germania, 2011) e due BBC Music Magazine Awards nelle categorie “Newcomer” e “Vocal”.

Nel 2019 firma un contratto in esclusiva con la Warner Classics, vincendo nel 2021 con il suo album di debutto “El Nour, l’Opus Klassik come “Young Artist of the Year (Vocal)”. 

Portatrice di messaggi di unione e fratellanza tra i popoli, Fatma difende la causa dell’educazione musicale dei bambini e dei giovani. Fatma è stata premiata dal National Council of Women of Egypt. Ambasciatrice di Opera for Peace nel 2014 ha rappresentato l’Egitto nella Giornata Mondiale dei Diritti Umani alle Nazioni Unite a Ginevra. È la prima cantante d’opera egiziana ad aver ricevuto il Creativity Award dello Stato, uno dei più alti riconoscimenti egiziani, per i suoi eccezionali risultati artistici a livello internazionale come prima cantante d’opera egiziana. È stata special guest del Global Citizen Live a Parigi il 25 settembre 2021. La stampa l’ha inserita tra “le 100 donne che stanno cambiando il mondo”.

Newsletter Updates

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: