Gianni Savelli Media Res - Alisei

Gianni Savelli Media Res  – Alisei

Alisei – Gianni Savelli Media Res

Etichetta discografica: Alfa Music Studio

Data di uscita: 17/05/2024

Gianni Savelli Media Res - Alisei

Higlights

  • Gianni Savelli, sassofonista italiano di grande versatilità, lancia il suo quarto album “Alisei” il 17 maggio. “Alisei” rappresenta un viaggio musicale caratterizzato da uno stile prevalentemente jazz.
  • Savelli ha collaborato con numerosi artisti quali Natalie Cole, Renato Zero, Antonello Venditti. Ha fatto parte di prestigiose orchestre jazz come la Saint Louis Big Band e la Parco della Musica Jazz Orchestra.
  • L’album è composto da sei tracce che traggono ispirazione dai venti che guidavano i marinai del XVI secolo.
  • Registrato a Roma, con la partecipazione del quintetto storico di Savelli e una potente orchestra jazz di 17 elementi in alcune tracce.
  • Durante la realizzazione di “Alisei”, Savelli ha coinvolto i suoi ascoltatori più affezionati, raccogliendo suggerimenti e idee che hanno influenzato il contenuto dell’album. Il risultato è un suono…

Gianni Savelli, uno dei sassofonisti più eclettici d’Italia, è pronto a stupirci ancora una volta con il suo quarto album “Alisei”. Con una carriera che abbraccia più di quattro decenni, Savelli ha saputo distinguersi per la sua versatilità artistica, spaziando dalla musica pop al jazz, dal cinema al teatro.

Nato a Napoli, Savelli ha saputo far emergere il suo talento in diverse forme d’arte, collaborando con alcuni dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Nel pop, ha lavorato con artisti del calibro di Natalie Cole, Renato Zero, Luca Barbarossa e Antonello Venditti, contribuendo con il suo inconfondibile stile a numerosi successi. Ad esempio, l’assolo di sax nel brano “Primavera” di Marina Rei era il suo.

Nel mondo del jazz, il suo genere preferito, Savelli ha avuto l’opportunità di far parte di prestigiose orchestre come la Saint Louis Big Band di Bruno Biriaco e la Parco della Musica Jazz Orchestra. Queste esperienze gli hanno permesso di affinare ulteriormente le sue capacità e di esprimere la sua creatività in un contesto più sperimentale. Savelli ricorda con affetto la partecipazione alla “Six Sax” di Javier Girotto e momenti con Sergio Cammariere e Chiara Civello, tra gli altri.

Listen, Watch, Follow

Il luogo dove le varie anime del jazz si ritrovano in famiglia

Le collaborazioni di Savelli lo hanno portato in giro per il mondo, permettendogli di esibirsi in alcuni dei palcoscenici più importanti e di condividere la sua musica con un pubblico sempre più ampio. Ogni concerto è un’occasione per Savelli di sperimentare e di portare la sua musica in nuove direzioni. I ricordi più vividi e importanti che dichiara di avere in tal senso sono quelli che lo hanno portato in Brasile con la Vanoni e in Venezuela con Cocciante.

Con “Alisei”, Savelli ci invita a unirsi a lui in un nuovo viaggio musicale che promette di essere ricco di sorprese e di momenti indimenticabili.

Scoprite con noi cosa ci riserva.

Alisei

Il disco è stato annunciato per la pubblicazione commerciale dal 17 maggio 2024.

Tuttavia, al momento della stesura di questo articolo, non è ancora disponibile sulle piattaforme di streaming né sui siti di commercio elettronico.

Non avendo ricevuto comunicazioni diverse, pubblichiamo l’articolo con questo disclaimer e siamo pronti ad aggiornarlo non appena riceveremo nuove informazioni.

“Alisei” è il quarto album del progetto personale di Gianni Savelli: “Gianni Savelli Media Res”. L’album attinge a ritmi di culture lontane e armonie europee, creando un mosaico musicale ricco e variegato.

Il termine “Media Res” deriva dal latino e significa “nel mezzo delle cose”. Questa espressione è spesso usata in letteratura per indicare una narrazione che inizia nel bel mezzo dell’azione, piuttosto che dall’inizio. Nel contesto del progetto di Savelli, “Media Res” riflette la sua visione musicale: non si tratta solo di arrivare a una destinazione, ma di godersi il viaggio, di esplorare e scoprire nuove sonorità lungo il cammino. Il progetto “Media Res”, nato nel 2000, è il frutto della volontà di Savelli di esplorare nuovi territori musicali, unendo elementi che a prima vista potrebbero sembrare distanti. Il risultato è un suono che è allo stesso tempo familiare e sorprendentemente nuovo.

L’approccio immaginativo all’improvvisazione di Savelli rende “Alisei” un’esperienza musicale veramente unica, un viaggio sonoro che invita l’ascoltatore a immergersi in un mondo di suoni e ritmi in continua evoluzione. L’album “Alisei” prende il nome dai venti che hanno permesso ai marinai del XVI secolo di esplorare il mondo. Questo parallelismo tra le forze della natura e la ricerca di un’energia creativa che spinge verso l’esplorazione di nuovi territori musicali è un tema ricorrente nell’album.

Le tracce dell’album, eseguite dal quintetto storico di Savelli, creano un’atmosfera oscura, contemplativa ed evocativa. In particolare, le tracce due e quattro, arricchite dalla presenza di una potente orchestra jazz di 17 elementi, elevano la visione creativa di Savelli, creando un suono denso e coinvolgente.

Le tracce di Alisei

L’album “Alisei” è un lasciarsi trasportare musicale sui venti in sei tracce, ognuna delle quali offre un’esperienza di ascolto unica e coinvolgente.

La traccia di apertura, “Melodia sottomarina”, ci porta in un viaggio negli abissi marini, esplorando le profondità nascoste del mondo sottomarino. Segue “Naufragar (m’è dolce in questo mar)”, un omaggio al poema “L’infinito” di Giacomo Leopardi, che ci invita a riflettere sulla bellezza e la vastità dell’universo.

Proseguendo nel viaggio, incontriamo “Gorghi”, una traccia che esprime la lotta e la tensione di essere inghiottiti da una spirale di emozioni. “Delicati Effendi” è un tributo a Aldo Bassi, un amico, collaboratore e musicista prematuramente scomparso, di Savelli, e riflette la delicatezza e la sensibilità del suo carattere.

“Nebulas” ci porta in un viaggio attraverso il cielo, esplorando le sfumature e le texture create dai venti. Infine, la traccia finale, “Alisei”, trasmette la gioia di essere portati dai venti commerciali, chiudendo l’album con un senso di speranza e di liberazione.

Ogni traccia dell’album “Alisei” è un capitolo musicale che riflette la visione unica di Savelli. Le tracce non sono solo composizioni musicali, ma esperienze sonore che invitano l’ascoltatore a immergersi nel mondo musicale di Savelli.

Registrazione e collaborazioni

“Alisei” è stato registrato presso ‘Abbey Rocchi Studios’ a Roma, con Simone Sciumbata come ingegnere del suono e Alfonso Prisco come ingegnere assistente. Il mixaggio e il mastering sono stati curati da Marti Jane Robinson presso ‘Studio della Giraffe’ a Cagliari. L’album vede la partecipazione del quintetto di lunga data di Savelli, composto da Fulvio Sigurtà alla tromba, Enrico Zanisi al pianoforte, Luca Pirozzi al basso elettrico e Alessandro Marzi alla batteria e alle percussioni. Inoltre, le tracce due e quattro vedono la partecipazione di una potente orchestra jazz di 17 elementi.

Il design e l’artwork della copertina sono stati curati da Matilde Catalano, mentre la calligrafia è opera di Mattia Savelli. Il branding è stato realizzato da Giuseppe Caliccia. L’album è stato prodotto da Gianni Savelli e pubblicato da Alfa Music Studio.

Condivisione e collaborazione: la creazione di ‘Alisei’

Gianni Savelli ha sempre creduto nel potere della condivisione e della collaborazione. Durante la realizzazione dei suoi album ‘Magellano’ e ‘Alisei’, ha avuto l’opportunità di creare momenti di condivisione unici con i suoi ascoltatori più affezionati. A questi gruppi di lavoro è stato proposto un ascolto delle prime registrazioni, e le loro risposte – suggerimenti, idee e sensazioni suscitate dalla musica – sono state preziose per la stesura dei contenuti dell’album. Il frutto di questi incontri è stato poi affidato a professionisti che hanno tradotto le suggestioni in immagini concrete, dando vita ai progetti grafici degli album.

Un’opera in attesa di giudizio

Al momento della stesura di questa recensione, non ci sono ancora commenti o recensioni pubbliche disponibili su “Alisei”. Il pensiero e il giudizio critico su questo album sono ancora sconosciuti, e siamo in attesa di scoprire come sarà accolto dal pubblico e dalla critica.

Il nostro giudizio

Dopo un’attenta valutazione, possiamo affermare che “Alisei” rappresenta un autentico capolavoro musicale. Il comunicato stampa delinea un album che intreccia le forze naturali con la ricerca di una forza vitale in grado di alimentare la creatività, esplorando territori musicali finora inesplorati. Il suono dell’album è descritto come oscuro, contemplativo ed evocativo, e “Alisei” riesce a recuperare e tessere insieme esperienze passate in un percorso che si snoda verso l’ignoto, esercitando un’attrazione magnetica su chi lo ascolta.

 L’enigma di “Alisei” e il viaggio musicale di Savelli

Ascoltando le composizioni di “Alisei” e immergendoci nel pensiero di Savelli attraverso il comunicato stampa, sentiamo di trovarci di fronte a un enigma: perché un musicista del calibro di Savelli crea un suono così profondamente oscuro ed evocativo? Siamo di fronte a una tempesta nella sua vita personale o questo è solo l’inizio di una saga musicale ancora più vasta? Solo il tempo potrà dissipare il mistero che avvolge “Alisei”.

Nel frattempo, ci lasciamo trasportare dalla corrente creativa di Savelli. Ogni nota, ogni armonia ci trascina sempre più in profondità in questo viaggio sonoro, guidati dai venti musicali di “Alisei”. Come i marinai del XVI secolo che si affidavano agli alisei per scoprire nuovi orizzonti, anche noi ci affidiamo a questo album, pronti a esplorare nuove terre musicali. Dove ci porterà questo viaggio? Non ci resta che attendere e goderci l’avventura.

Gianni Savelli Media Res - Alisei
Gianni Savelli Media Res – Alisei

Ogni riproduzione è vietata senza citare la nostra fonte: Jazz in Family

Lascia un tuo commento

Scopri di più da Jazz in Family

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading