Dualidad - Cappadone e Bedetti

Dualidad – Cappadone e Bedetti

Dualidad – Cappadone e Bedetti (Quinton Records – 2019)

Data attesa per il rilascio (Expected release date):  ————

Data rilascio in streaming (Release date on streaming): 24 maggio 2019

Dualidad è il titolo del nuovo disco di Rossella Cappadone Stefano Bedetti.

Il disco è un omaggio a due dei più noti musicisti sudamericani e alle influenze musicali che essi hanno rappresentato: l’argentino Astor Piazzola e il brasiliano Antonio Carlos Jobim, l’uno per il tango e l’altro per la bossa-nova.

Parlando, in particolare, di tango argentino c’è da aspettarsi, tra gli strumenti, anche la presenza del bandoneon (fisarmonica) ma, i nostri due protagonisti, si sono affidati, invece, a strumenti molto più classici. Oltre alla voce di Rossella e ai sassofoni di Stefano, possiamo ascoltare solo strumenti a corda: viola, violoncello, violino e contrabbasso. Questa scelta nasce dalla formazione di base della Cappadone quando a 12 anni intraprende lo studio del violino e della viola presso il conservatorio G. Rossini di Pesaro, per poi decidere di dedicarsi completamente al canto Jazz laureandosi con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio G. B. Martini di Bologna.

Rossella presenta così questo lavoro:

Ho pensato di unire i due mondi inserendo gli strumenti classici in un contesto musicale dove il ruolo melodico, armonico e ritmico degli archi non viene sempre utilizzato in maniera convenzionale. Tutto ciò non sarebbe stato possibile realizzarlo senza l’aiuto di Stefano Bedetti che ha prima accolto ed appoggiato l’idea per poi creare gli arrangiamenti dei brani che hanno superato ogni mia aspettativa.

La scelta dei Maestri ai quali ho voluto rendere omaggio è venuta da sé, Jobim e Piazzola hanno accompagnato gran parte della mia vita, ho sempre amato il loro approccio del tutto naturale verso la musica e in un certo senso la realizzazione di questo disco segue la stessa linea in cui ogni nota è dettata dall’istinto e lascia da parte qualsiasi sovrastruttura.

I brani presenti, pur offrendoci momenti di rilievo a favore di Cappadone e Bedetti, danno la possibilità di esprimersi anche agli altri strumentisti presenti durante le incisioni. Interessanti e piacevoli gli assoli di sassofono, potente e chiara la voce di Rossella. Modinha e O Morro Nao Tem Vez, sono i due brani (su 5) di Jobim che annoverano la presenza di Vinìcius De Moraes nella composizione originale. 

Una sottolineatura favorevole anche per la front-cover: lineare e con un ottima distinzione tra le informazioni che vuole fornire.

Questi gli altri strumentisti presenti nella pubblicazione discografica: 

Gabriele Bellu violino
Fabrizio Merlini viola
Vanessa Sinigaglia violoncello
Martin Gjakonovski contrabbasso

Dualidad - Cappadone e Bedetti
Tutto il gruppo in sala d'incisione

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: