Ultimo weekend per la Rassegna di successo “Around Jazz” al Parco Archeologico dell’Appia Antica

Un successo crescente per la Rassegna musicale “Dal Tramonto all’Appia – Around Jazz” promossa dal Parco Archeologico dell’Appia Antica – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo con il sostegno della Regione Lazio e la direzione artistica di Fabio Giacchetta: standing ovation per i concerti al Casale di Santa Maria Nova nel complesso archeologico della Villa dei Quintili (in via Appia Antica 251, Maps https://maps.app.goo.gl/XQQfntJRQ7zSpB3h6), che hanno avuto protagonisti Paolo Fresu, Ramberto Ciammarughi, Fabrizio Bosso e Norma Ensemble.

Nella stessa location venerdì 2 ottobre si terrà una grande e doppia serata dedicata a Marco Massa, ideatore della rassegna scomparso prematuramente. Così lo ricorda il Direttore artistico della manifestazione Fabio Giacchetta“Marco Massa era un amico, un sognatore, un amante della musica e dell’Appia Antica. Con emozione e con grande piacere ci apprestiamo a rendere il giusto tributo a chi con le sue idee ha consentito la realizzazione di Around Jazz, sarà una delle serate più significative della Rassegna.”
Si parte alle 19 con il concerto del Blue Note Quintet feat. Daniele Scannapieco e guidato dal carismatico batterista Gegè Munari, una delle colonne portanti del jazz italiano che trasporterà il pubblico indietro nel tempo, ad uno dei periodi più belli della storia del jazz americano, l’era del Blue Note Sound degli anni ’60 di Lee Morgan, Herbie Hancock, Miles Davis. A completare la formazione il pianista Domenico Sanna, il trombettista Francesco Lento e il contrabbassista Vincenzo Florio: la tradizione dello swing e del bebop sono le linee guida di questo gruppo di star del jazz italiano, perfettamente condotte dal maestro di lungo corso Gegè Munari, che nella sua carriera ha suonato con artisti del calibro di Chet Baker, Dexter Gordon, Liza Minnelli, Mina, Gato Barbieri, Jerry Lee Lewis, Chico Buarque, Toquinho. La scelta di quattro musicisti di età decisamente più “verde” strizza l’occhio ai Jazz Messengers di Art Blakey: Munari ripercorre l’aspetto nobile di questa pratica presentando al suo pubblico la forza espressiva dei suoi giovani compagni d’avventura, nuovi talenti del jazz odierno. A seguire, una grande jam session – ad ingresso gratuito – vedrà alternarsi sul palco tanti jazzisti della scena romana e non solo, uniti nellaffettuoso ricordo di Marco Massa allinsegna della grande musica e dei grandi valori. “Il tributo a Marco Massa è un doveroso e sentito omaggio a colui che ha ideato il progetto del festival Around Jazz – racconta il direttore del Parco Archeologico dellAppia Antica Simone Quilici – Ricordo come fosse ieri quando venne a proporci di partecipare al bando della Regione Lazio che abbiamo vinto grazie alle sue idee innovative e inclusive. In cammino lungo l’Appia Antica c’è e ci sarà sempre anche Marco.”

Due i concerti della giornata finale di sabato 3 ottobre. Alle 18.30 spazio alla sperimentazione con l’audacia e la spontaneità del duo formato dalla cantante Alice Ricciardi e dal pianista Pietro Lussu, compagni nel progetto e nella vita, che vantano grandi collaborazioni internazionali tra cui Bob Mintzer, Joe Locke, Terence Blanchard, Mark Turner, Philip Catherine, Magnus Lindgren, Jeremy Pelt, Nicola Conte, Dezron Douglas, Greg Osby, Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, incidendo per prestigiose etichette discografiche. Il loro nuovo album “Catching a Falling Star” mostra tutta la sintonia umana e musicale della coppia attingendo a varie fonti: la maestosità dell’American Songbook, il pop anni ’50 e ’60 (Perry Como, The Beach Boys), il jazz d’autore e le proprie composizioni originali. In un eclettico programma musicale, il fil rouge è incarnato dal suono e dall’approccio distintivo del duo: Alice Ricciardi porta la conoscenza della cultura del jazz vocale, l’immaginazione melodica, l’interpretazione sottile di testi e musica senza tempo; Pietro Lussu è un partner sensibile e stimolante, che combina creatività con eleganza, ironia, tradizione e svolte inaspettate. L’interazione dinamica, così come il senso di sospensione, allusione, sono tutte espressioni che l’ascoltatore completa in una miriade di interpretazioni personali. A seguire, dalle 20.30, protagonista l’Hammond Trio che nasce dalla collaborazione tra alcuni dei più interessanti musicisti del panorama jazz italiano: l’hammondista Leonardo Corradi, il contrabbassista Luca Fattorini e il batterista Marco Valeri. Una band dal grande interplay che si fonda intorno all’intrigante sound dell’organo Hammond, terreno fertile per l’improvvisazione a partire da brani di standard jazz e nuove composizioni.
La presenza simultanea dell’Hammond e del contrabbasso, che per l’occasione si sostituisce alle linee di basso dell’organo, crea un particolare sound poco esplorato nella storia del jazz. Le fortunate e riuscite produzioni degli anni ’60 della grande organista Shirley Scott sono il materiale da cui il trio trae sicuramente ispirazione per scrivere nuove pagine di jazz.       

L’ingresso ai concerti del 2 e del 3 ottobre è acquistabile in prevendita su TICKET ITALIA al link https://ticketitalia.com/concerti/around-jazz. L’organizzazione metterà comunque a disposizione un dispositivo elettronico sul luogo dell’evento per consentire un eventuale acquisto in autonomia dei biglietti fino a qualche minuto prima dell’inizio concerto. Per favorire i più giovani e gli studenti iscritti a scuole musicali il Parco Archeologico dell’Appia Antica riserva un ingresso ridotto a €6 per gli under 18 e per gli iscritti a Conservatori statali e Istituti Superiori di Studi Musicali. Il Casale di Santa Maria Nova, sito nell’area archeologica della Villa dei Quintili in via Appia Antica 251, è raggiungibile percorrendo un breve tratto di Appia Antica a partire dall’incrocio con via di Tor Carbone, oppure con la Metro A (fermata Colli Albani) e poi autobus 664 oppure 118 dal centro di Roma.

Biglietto unico €12
Ridotti €6 (under 18 e iscritti a Conservatori statali di musica e Istituti Superiori di Studi Musicali)
Carnet 2 concerti per le date con due spettacoli intero €20 – ridotto €10.

L’ingresso è subordinato alla misurazione della temperatura corporea, che dovrà essere inferiore a 37.5 °C. Per accedere alle location è necessario indossare la mascherina, coprendo naso e bocca e mantenere una adeguata distanza interpersonale.

Info e contatti
www.parcoarcheologicoappiaantica.it
FB https://www.facebook.com/archeoappia
IG https://www.instagram.com/archeoappia/
TWITTER https://twitter.com/archeoappia

Ufficio Stampa “Around Jazz”
Fiorenza Gherardi De Candei
tel. +39 328.1743236 info@fiorenzagherardi.com

Ufficio comunicazione e promozione
Parco Archeologico Appia Antica
Lorenza Campanella
tel.+39 333.6157024
pa-appia.comunicazione@beniculturali.it

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: