Tre Masterclass del Festival Jazz Idea al Parco della Musica e alla Casa del Jazz, con Franco D’Andrea, David Linx e Bruno Tommaso.

Tra ottimi consensi procede il nuovo Festival “Jazz Idea”, organizzato dal Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma con la direzione artistica di Carla Marcotulli, che fino al 10 aprile ospita tredici concerti di grandi Maestri del jazz italiano e internazionale accanto ai nuovi talenti provenienti dal Dipartimento Jazz del Conservatorio. Una rilevante sezione del Festival è costituita dalle Masterclass. Dopo quella del 7 marzo tenuta da Giovanni Tommaso, seguono tre incontri in collaborazione con Musica per Roma, presso l’Auditorium Parco della Musica e la Casa del Jazz, che avranno protagonisti grandi nomi del panorama nazionale italiano e internazionale: Franco D’Andrea, David Linx e Bruno Tommaso. Tre preziosi incontri formativi, aperti a tutti fino ad esaurimento posti, con un contributo di partecipazione di €15 per gli esterni al Conservatorio di Santa Cecilia. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail educational@musicaperroma.it.

Si inizia lunedì 21 marzo dalle 10 alle 12, presso lo Studio 2 dell’Auditorium (entrata artisti), con Franco D’Andrea, uno dei più grandi pianisti del panorama nazionale. La sua Masterclass Applicazioni pratiche delle aree intervallari è da lui stesso definita “semplici istruzioni per l’uso, con piccoli gruppi che si alternano (per esempio trii atipici) per approfondire i meccanismi intervallari e l’interplay nell’improvvisazione”. Pluripremiato compositore e strumentista, sarà protagonista del Festival Jazz Idea il giorno precedente, domenica 20 marzo alle 18, con il suo piano solo ad ingresso gratuito, sul palco della Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia. Nel corso della sua carriera ha registrato circa 160 dischi e creato 200 composizioni, collaborando con grandi artisti come Gato Barbieri, Dexter Gordon, Johnny Griffin, Slide Hampton, Lee Konitz, Steve Lacy, Dave Liebman, Jean Luc Ponty, Enrico Rava, Max Roach, Toots Thielemans, Miroslav Vitous e Kenny Wheeler.

David Linx

Lunedì 4 aprile, Jazz Idea ospita alla Casa del Jazz, dalle 10 alle 12, il grande cantante e compositore fiammingo David Linx. Il suo Voices Unlimited Workshop mira a trasferire il concetto di indipendenza di un cantante dal contesto. Si lavorerà sull’autonomia del ritmo sul tempo e su come tradurre e usare l’energia della tradizione jazzistica per essere un cantante di jazz attuale, a prescindere dallo stile e come parte integrante della band. Tra le voci più significative della vocalità jazz contemporanea, David Linx sarà in concerto al Festival Jazz Idea domenica 3 aprile alle 18, ad ingresso gratuito, presso il Conservatorio di Santa Cecilia. Durante la sua grande carriera, ha collaborato con artisti del calibro di Steve Coleman, Claude Nougaro, Count Basie Orchestra, Ivan Lins, Sheila Jordan, Mark Murphy, Paolo Fresu, the Brussels Jazz Orchestra, Kenny Wheeler e molti altri. Per l´originalità della sua ricerca artistica è insignito del titolo di Cavaliere delle Arti e delle Lettere dal Ministero francese della cultura. Ha più di 20 progetti discografici all´attivo, di cui 7 condivisi con il suo piu stretto collaboratore, il pianista e compositore Diederik Wissels. È anche produttore di giovani artisti e compositore delle musiche del film “O Heroi” di Zézé Gamboa, vincitore del Sundance Film Festival.

Bruno Tommaso

La Casa del Jazz, lunedì l’11 aprile ospiterà anche la terza Masterclass, sempre dalle ore 10 alle 12, tenuta dal grande contrabbassista, compositore e direttore d’orchestra Bruno Tommaso: Parafrasi, mascheramenti, plagi e truffe: in un clima di confronto e di crescita, si approfondirà uno degli aspetti affascinanti del jazz, ossia la varietà e la libertà nel trattare forme e fonti in un continuo intreccio fra composizione e improvvisazione, fra comunicazione scritta e trasmissione orale. Tra le procedure ha un ruolo chiave il mascheramento, o parafrasi, o…contraffazione. Qui si può assistere ad un continuo inseguimento fra la memoria degli spunti improvvisati e il lavoro di approfondimento delle strutture pregresse.  Negli anni, dopo varie esperienze nell’ambito della musica medioevale, rinascimentale, lirico-sinfonica e contemporanea, Bruno Tommaso ha concentrato la sua attenzione sul jazz, l’improvvisazione e le musiche di confine. Ha fatto parte del Modern Art Trio con Franco D’Andrea, del trio e del quartetto di Enrico Pieranunzi e del quartetto di Giorgio Gaslini. Ha collaborato con musicisti italiani e stranieri realizzando oltre cento registrazioni discografiche e radio-televisive e partecipando a festival nazionali e internazionali. Ha diretto le Suite Sinfoniche e i Concerti Sacri di Ellington, l’Opera Va e Rava Carmen con Enrico Rava, Diesirae, Around Small Fairy Tales e La Sequenza degli Armonici con Gianluigi Trovesi, Sinfonia Sconcertante con Steve Lacy e Glenn Ferris. Ha fondato e diretto la Marche Jazz Orchestra. Svolge un’intensa attività didattica in Italia e all’estero. 

CONTATTIPrenotazioni Masterclass: educational@musicaperroma.it Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” Via dei Greci 18, Roma – tel. 06.36096720 – www.conservatoriosantacecilia.it Ufficio Stampa Festival JAZZ IDEA Fiorenza Gherardi De Candei – tel. 328.1743236 info@fiorenzagherardi.com.

Newsletter Updates

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: