Stella by Starlight
Home » History Channel » Gli Standard del Jazz » Stella by Starlight (Victor Young e Ned Washington – 1946)

Stella by Starlight (Victor Young e Ned Washington – 1946)

Gli Standard del Jazz: Stella By Starlight (1946)

Music: Victor Young
Lyrics: Ned Washington

Victor Young

La Storia, le curiosità e le origini

Il 10 febbraio 1944 veniva presentato, per la prima volta, il film della Paramount: The Uninvited. La pellicola venne distribuita in Italia nel 1947 col titolo: La casa sulla scogliera. Il film era un thriller diretto da Lewis Allen con Ray Milland, Ruth Hussey e Gail Russel.

Victor Young e la sua orchestra suonano,  come tema musicale, il brano che trova la sua massima esposizione quando , in un momento drammatico, Rod (Ray Milland) è al suo pianoforte e Stella (Gail Russel) gli chiede cosa stesse suonando. Stella, che stava guardando fuori dalla finestra, si sente rispondere da Rod che è una serenata: “A Stella da Starlight”.

Il film ottenne delle buone recensioni ed anche con il passare degli anni è rimasto come importante punto di riferimento nella storia del cinema.  Nel 2009, il regista americano Martin Scorsese lo inserisce  nella sua lista degli 11 migliori film del terrore di tutti i tempi.

Nel maggio del 1947 Stella by Starlight   viene registrato da Harry James e dalla sua Orchestra e raggiunge la posizione numero 21 della classifica pop. Due mesi dopo, a luglio, la versione di Frank Sinatra, registrata con Axel Stordhal e la sua orchestra, raggiunge lo stesso la 21° posizione.

Anche se “Stella by Starlight” fu composta come tema, era evidente a tutti che trasformare la composizione in una canzone avrebbe portato benefici a tutti. La canzone avrebbe potuto trasformarsi in una hit e avrebbe potuto promuovere meglio il film, e viceversa. La trasformazione, però, pose subito un problema. Young impose all’autore del testo, Ned Washington, di non cambiare il titolo. Stella by Starlight era già il titolo e Washington doveva incorporare la frase nei testi.  Il titolo entra quindi nella canzone in una posizione considerata un po’ insolita, oltre la metà del testo.

Quasi tutte le registrazioni presentano il brano come una “ballad”. La registrazione definitiva inizia con una dolce melodia e si evolve in una performance hard-swinging. Questa sono le performance regalataci da Miles Davis e da una delle sue migliori formazioni di tutti i tempi in: Seven Steps: The Complete Columbia Recordings of Miles Davis 1963–1964, cioè Miles in Berlin (oltre Davis alla tromba, Ron Carter al basso, Tony Williams alla batteria, Herbie Hancock al piano e Wayne Shorter al sax tenore) Altra performance, assolutamente da non dimenticare,  è quella realizzata con la presenza di John Coltrane.

Charlie Parker, oltre ad essere un importante figura innovativa nel mondo del jazz, ebbe una notevole sensibilità artistica nello scegliere quel repertorio musicale che, fino ad allora, veniva trascurato dal jazz. Un esempio perfetto è proprio Stella By Starlight. Parker fu il primo a registrare, in un contesto jazz, il brano a gennaio del 1952. Parker influenzò subito altri due sassofonisti: Lester Young e Stan Getz. Getz registrò la sua versione a dicembre del 1952. Nel 1953 troviamo le versioni del pianista Bud Powell e, quindi, della formazione di Stan Kenton, ormai la strada era aperta. 

La versione cantata? Su tutte quella di Ella Fitzgerald, oltre la già citata incisione di Frank Sinatra. Non dimenticate di ascoltare quelle di Bill Evans e Chet Baker ma ancor di più la versione di Mina, contenuta nell’album omonimo del 1964.

Stella by Starlight

Stella By Starlight è stata inclusa in questi film:

Il professore Nutty (1965, Jerry Lewis cantando a Stella Stevens);

Sabrina (1995, come parte del brano The Party Sequence, che include When Joanna Loved Me/The Shadow of Your Smile/Call Me Irresponsible/Stella by Starlight);

Casino (1995) con Robert De Niro e Sharon Stone, performance di Ray Charles;

Bajo Les Estrellas (2007) film spagnolo con Alberto San Juan and Emma Suárez, performance di Enrique Morente.

Ascolta & Canta

The song a robin sings,

Through years of endless springs,

The murmur of a brook at evening tides.

That ripples through a nook where two lovers hide.

That great symphonic theme,

That’s Stella by starlight,

And not a dream,

My heart and I agree,

She’s everything on this earth to me.

That great symphonic theme,

That’s Stella by starlight,

And not a dream,

My heart and i agree,

She’s everything on this earth to me.

La canzone che canta un pettirosso,

Attraverso anni di molle infinite,

Il mormorio di un ruscello alle maree della sera.

Che si increspa in un angolo dove nascondono due amanti.

Quel grande tema sinfonico,

Questa è Stella di Starlight,

E non un sogno,

Il mio cuore e io sono d’accordo,

Lei è tutto su questa terra per me.

Quel grande tema sinfonico,

Questa è Stella di Starlight,

E non un sogno,

Il mio cuore e io sono d’accordo,

Lei è tutto su questa terra per me.

Ned Washington

Rispondi